h1

Earth Hour 2012

marzo 31, 2012

Come ogni ultimo sabato del mese di marzo, anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con l’Ora della Terra o, per dirla all’inglese, con la Earth Hour. Nel 2011 il numero di nazioni coinvolte fu di 135, mentre le città che singolarmente aderirono all’iniziativa furono oltre 5200. Alle ore 20:30 locali, tutte le città aderenti spegneranno o abbasseranno fortemente il proprio livello di illuminazione, ma ovviamente l’importante è l’adesione dei singoli, di noi tutti.

Nata come idea del WWF Australia nel 2004, la Earth Hour divenne un’iniziativa concreta il 31 marzo del 2007 a Sydney (Australia), per poi diffondersi velocemente nel mondo, ricevendo la simpatia e il supporto di tutto il WWF mondiale e di importanti personaggi dello spettacolo.

L’Italia aderì all’iniziativa l’anno successivo, nel 2008, con le sue due città più caratteristiche e rappresentative: Roma e Venezia. Momento topico dell’Earth Hour è il significativo spegnimento dei principali monumenti delle città: dal Ponte Vecchio a Firenze, alla Torre di Pisa, dal Duomo di Milano, al Colosseo a Roma, le cui luci furono nel 2009 spente dal capitano dell’A.S. Roma, Francesco Totti.

Quest’anno sarà quindi il quarto anno in cui in Italia si celebra la Earth Hour. Un’ora di luci spente per sensibilizzare tutti sull’impatto che le nostre azioni hanno sull’ambiente, un’ora di buio per un futuro sostenibile.

Testimonial italiano d’eccezione per l’odierno evento è Roberto Bolle, il famosissimo e bravissimo etoile del Teatro alla Scala di Milano, il quale è stato scelto da WWF Italia come testimonial per pubblicizzare l’iniziativa nel nostro Paese. In fondo a questa pagina potete vedere il video di Roberto Bolle realizzato in collaborazione con WWF Italia.

Curioso (e anche un po’ triste) constatare che anche il Comune di Parma aderirà all’iniziativa, ma non lo Stadio Ennio Tardini, che sarà questa sera, a partire dalle 20:45, luogo dell’incontro di Campionato di Serie A tra Parma e Lazio. Evidentemente the show must go on e poco importa se, così facendo, si “snobba” bellamente un evento sicuramente tanto nobile quanto semplice. D’altro canto l’iniziativa è stata oggi totalmente ignorata, se non quasi “censurata”, da tutte le pagine nazionali dei quotidiani online (da ANSA.it, passando poi per la Repubblica, Il Corriere della Sera, il Giornale e altri).

Infine va detto che non è da confondersi la Earth Hour con l’Earth Day. Appuntamento per quest’ultimo è il prossimo 22 aprile.

Link utili per maggiori informazioni sulla Earth Hour:

.

Quest’oggi, dalle 20:30 alle 21:30, spegni le luci! Aderisci anche tu alla Earth Hour 2012!

Annunci

2 commenti

  1. È triste come in Italia queste iniziative vengano snobbate dalla società e dalla gente comune, che è completante disinteressata, e ovviamente distratta dall’ultima importantissima partita di calcio. Vergognoso l’oscurantismo delle testate principali che hanno evitato l’argomento. Non è questo il modo di andare avanti.


    • A dire il vero, come ho sottolineato, la società (lo Stato) non è per nulla disinteressato alla cosa.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: