h1

Mourinho è tuttora il vero tecnico dell’Inter?

aprile 8, 2011

Il sospetto già mi ronzava in testa da parecchio, ma non ho mai avuto una vera conferma empirica delle mie mirabolanti fantasie. Più che altro mi chiedevo: com’è possibile che con Leonardo l’Inter sia diventata improvvisamente una squadra così altamente competitiva? Prima dell’arrivo di Leo la squadra nerazzurra rischiava seriamente di prenderle da tutti, e le prendeva eccome certe volte! Non dico che ora che c’è l’allenatore brasiliano le cose siano davvero cambiate, ma l’Inter sembra più o meno tornata sui binari dell’anno scorso, potenzialmente fatale per qualsiasi squadra.

Mourinho ha sempre dichiarato di avere un ottimo rapporto col tecnico ex Milan. Lo ribadisce sempre, in ogni occasione in cui si parla della sua vecchia squadra. Ed è qui che la mia mente ha iniziato a creare fantasiosi magheggi che prima sembravano davvero risibili. Non è così ora però. La corazzata Inter (che con Leo in panchina ha iniziato ad avere un rullino di marcia sicuramente invidiabile da quasi qualsiasi big europea) ultimamente sembra essersi un po’ persa per strada. Il ko esterno nel derby col Milan (Milan 3-0 Inter) e quello ancor più disastroso contro lo Shalke 04 (Inter 2-5 Shalke 04) hanno, a ben vedere, qualcosa in comune. Non solo sono due pesanti sconfitte che potrebbero aver compromesso l’intera stagione nerazzurra, ma interessante è vedere in concomitanza di cosa sono venute in essere.

Riassumiamo brevemente.

  1. Sabato 2 aprile 2011. L’Inter va a giocarsi una delicatissima trasferta che potrebbe ribaltare le sorti del Campionato.  Si gioca alle ore 20.45. Nel contempo in Spagna stava in quei minuti terminando una partita “storica” (prima sconfitta in casa per Mou dopo più di 9 anni di imbattibilità casalinga) del Real madrid, iniziata alle ore 18, ossia le ore 19.00 in Italia. Compresi i recuperi del primo e del secondo tempo e l’intervallo, possiamo dare per certo che alle 20.45 (ore italiane) la partita non fosse ancora terminata.
  2. Martedì 5 aprile 2011. L’Inter al Meazza ospita la squadra tedesca dello Shalke 04 per una partita valevole per l’accesso alle semifinali di Champions League. In contemporanea allo stadio Bernabéu di Madrid va in scena l’andata dei quarti di finale Real Madrid – Shakhtar Donetsk.

Ebbene, sappiamo tutti come sono finite le due partite dell’Inter: due sconfitte pesantissime (0-3 e 2-5). Da qui la mia domanda: non è che Mourinho sta aiutando l’amico Leonardo motivando i suoi ex ragazzi prima delle partite? Da notare che il derby è stata la prima partita dell’Inter giocata in contemporanea con una del Real Madrid. Sono solo coincidenze o ci può essere sotto anche un legame mai dissolto tra il tecnico portoghese e i giocatori nerazzurri che sfocia puntualmente in ogni prepartita in telefonate di incitamento? Due occasioni in cui lo Special One non ha potuto avere il tempo materiale di fare una chiamata, anche breve, alla sua squadra e l’Inter si sgonfia come un palloncino. È solo un caso o sotto c’è di più?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: